Tag Archives: TRC tv

Funky Tomato a Rezdora 2.0. Pomodoro a filiera partecipata

Ci sono storie belle e buone. Giovanni Notarangelo nella puntata del 18 ottobre 2015 me ne ha raccontata una, quella di Funky Tomato. Sapete quanto guadagna un raccoglitore di pomodori non tutelato durante la stagione? Il pagamento è a cottimo e cioè a cassone riempito. Ognuno di essi per essere definito pieno deve pesare 300kg e al lavoratore viene corrisposto un compenso di 3,50 euro. Solo i più forti, quelli che reggono al disagio del sole cocente, dei campi senza servizi igienici e senza pausa pranzo, guadagnano abbastanza per potersi pagare l’alloggio, il vitto e il trasporto.

Adesso ripensate a tutto questo quando aprite il vostro prossimo barattolo di salsa o pelati. Vorreste sapere da dove proviene uno degli ingredienti più importanti della nostra cucina? E cosa succederebbe se iniziasse ad acquistare solo prodotti da filiera certa e controllata?
Funky Tomato è un prodotto buono e giusto, nato dall’iniziativa di alcune persone che da anni lavorano con i migranti e conoscono il dramma del caporalato e della nuova schiavitù da molto prima che diventasse notizia. Grazie a un acquisto in anticipo hanno potuto garantire 4 contratti stagionali in regola ad altrettanti lavoratori in 2 campi tra Puglia e Basilicata. Il risultato sono 16.000 barattori di prodotto biologico ad un prezzo un po’ più alto della media (3 euro circa), ma senza sangue e dolore.

State cercando un regalo di Natale originale? Guardate il video, ascoltate le parole di Angelo e aiutateci ad acquistare gli ultimi barattoli per rinnovare e ingrandire l’esperimento di Funky Tomato.

 

Leave a Comment

Filed under Rezdora 2.0

Cucina e Teatro? A Rezdora 2.0 con la regista Angelica Zanardi

Fienile Fluò è un luogo alle porte di Bologna dove si lavora la terra, si fa il vino, si cucina e si produce arte. Angelica Zanardi ne è la direttrice e l’11 novembre mi ha raccontato la sua storia e le sue “Ricette del Buonumore”, uno spettacolo da lei diretto e interpretato in cui la cucina diventa lo spunto per una riflessione sulla vita.

“Benvenuti a casa” recita il sottotitolo di Fienile Fluò e per me non poteva essere altro che un nuovo tassello da aggiungere all’identikit della Rezdora 2.0 che stiamo cercando di delineare in questi ultimi 3 anni.

Leave a Comment

Filed under Rezdora 2.0

Un tè alla fine del mondo

Domenica pomeriggio e tra un barbiere di origine maghrebina e un’agenzia specializzata in viaggi in Romania trovo una porticina. Si suona il campanello, si salgono le scale di marmo evidente ricordo di un periodo in cui tanti viaggiatori vi si accalcavano e da una vetrata si scorge la sala da tè creata da Benedetta Cucci e Pina Siotto. Giornalista la prima e cuoca “vegetaliana” la seconda che con l’aiuto di Silvia propongono un percorso tra tè selezionati e dolcetti saporiti e senza ingredieti di origine animale. Intorno, in un atmosfera post industriale da luogo urbano rigenerato l’esposizione di Caravan Set Up, l’anteprima della Fiera d’arte contemporanea che si terrà dal 29 al 31 gennaio 2016. Dentro il calore dell’atmosfera di una casa piena di echi antichi, merletti, fiori e piante.

Benedetta me l’ha raccontata il 28 ottobre scorso a Rezdora 2.0, l’ho provata per voi e vi consiglio di non lasciarvi scappare le prossime domeniche perchè rimarrà aperta fino al 6 dicembre.

 

Leave a Comment

Filed under Rezdora 2.0

Eros, cibo e scrittura. A Rezdora 2.0 con Massimo Casarini di Damster Edizioni

Alla fine ci siamo dimenticati di parlare del sedano, ma la prima puntata della terza stagione di Rezdora 2.0 è stata come la volevo: stuzzicante e divertente.

Ho conosciuto Massimo Casarini una caldissima sera di luglio perchè mi aveva invitata a parlare di scrittura per il web durante un evento e sbirciando tra i titoli del chiosco letterario di Damster Edizioni mi è cascato l’occhio su una raccolta di racconti erotici. Di fianco ce n’era un’altra e poi un’altra ancora. Scopro così che nel 1997 Massimo ha creato Eroxè, uno dei primi siti web dedicati alla letteratura erotica, e da lì ha fondato una vera e propria comunità di scrittori di genere molto prima del successo di “50 sfumature di grigio/rosso/nero”. Lui tra l’altro ha pubblicato un “50 sfumature di gola” con un invitante peperoncino in copertina, ma è un libro di ricette molto divertente che fa parte della serie dei Quaderni del Loggione tutta dedicata al mondo della cucina e della cultura del cibo. “Perchè parlare di cibo è divertente come parlare di eros. C’è sempre il piacere di mezzo” mi ha detto e non posso che essere d’accordo.

Ecco dunque la nostra chiacchierata mattutina, in fascia protetta. Che poi le rezdore erano sapienti conoscitrici dei piaceri della vita, cosa credete!

E il sedano? Pare che nel Medioevo fosse considerato un potente afrodisiaco tanto da vietarne il consumo alle donne. Dopo questo non posso che dire “Viva il soffritto!”.

Leave a Comment

Filed under Rezdora 2.0

Storie di cucina e libri con Antonella Gigante

Antonella, detta Nina, Gigante ama la cucina, i libri e il web. Seguendo queste tre passioni (e l’amore) si è trasferita a Cambridge, in Inghilterra, lasciando una Milano troppo grigia per il suo cuore pugliese e trovando un nuovo stile di vita in cui insegna cucina naturale, legge e scrive. In questi mesi di trasloco e cambiamento ha scritto un piccolo libro, un gioiellino per gli amanti della vita e del buon cibo, dal titolo “Romeo & Julienne” che è poi diventato un progetto sul web che raccoglie intorno a se altre anime affini.  Nel volumetto racconta una storia attraverso altre storie più note della letteratura mondiale in salsa 2.0. Così, ad esempio, Alice e la Regina di Cuori non si affrontano sul campo di croquet, ma sulla rete a colpi di blogpost. Per scoprire qualcosa in più, non vi resta che guardare la mia intervista!

P.S. In più, organizza cene meravigliose ispirate ai libri e a Milano ho avuto l’occasione di partecipare alla “Cena delle Meraviglie” di cui vi lascio qualche scatto qui sotto.

Leave a Comment

Filed under Personaggi, Rezdora 2.0

Rina, la Rezdora con la R maiuscola

In 36 puntate non ho mai invitato una vera rezdora in studio ed ho rimediato invitando Rina. Ci siamo “conosciute” su facebook quasi un anno fa e ci siamo seguite a vicenda, prima che arrivasse il momento di incontrarci di persona e fare questa breve chiacchierata in TV. L’ho vista portare i tortellini al Salone del Gusto 2014, insegnare alla Scuola Superiore Alma di Parma e andare in TV sulla Rai. Il tutto con i segni distintivi della vera rezdora: le maniche arrotolate sull’avambraccio e una grinta da tirar giù qualsiasi ostacolo. Non l’ha fermata neanche il terremoto del 2012. Lei, originaria di Finale Emilia e adottiva di Cento, ha vissuto la devastazione e ha reagito creando l’iniziativa solidale “Miss…ione Matterello”: un manipolo di rezdore e rezdori che tirano la sfoglia, fanno le tagliatelle e le vendono (cotte e crude) per beneficenza.

Rina si dedica all’insegnamento e ci ha detto in tv che adesso tante giovani donne e tanti giovani uomini vanno da lei a imparare perchè molto spesso non hanno ricevuto in famiglia l’addestramento alla pasta fresca, all’organizzazione della cucina, alla stagionalità dei menù. Vi lascio al video mentre finisco di mangiare l’ultima delle meringhe che mi ha regalato, sono una nuvola e col caffè del sabato mattina sono perfette. Una vera coccola da rezdora.

 

Leave a Comment

Filed under Rezdora 2.0

“Kitchen Suspension” con Francesco Mattucci a Rezdora 2.0

Come il Cappellaio Matto di Alice che fa volteggiare tazze e teiere, così Francesco Mattucci si diletta a scattare foto ai tortellini che si tuffano nel brodo, le teiere che si adagiano sui fornelli e a leggiadri tappi di champagne sospesi in aria. Il suo set di foto dal titolo “Kitchen Suspension” ha vinto il premio Igers Italia 2014 nella categoria Photoediting e io l’ho portato a Rezdora 2.0 con l’intento di farmi svelare il trucco. Come Houdini se l’è tenuto stretto, ma in cambio mi ha fatto rivelare il nickname che uso dal 1996 sul web. Accipicchia! Nel mezzo godetevi 15 minuti di chiacchiere sull’uso di Instagram nel mondo del food e qualche consiglio utile su come migliorare l’immagine di un brand utilizzando in modo sapiente questa app.

 

Leave a Comment

Filed under Personaggi, Rezdora 2.0