Category Archives: In giro per ristoranti

Una sera in famiglia con l’Azdora Lina

2013-11-18 19.46.06

La Azdora Lina prende possesso della cucina dell’Osteria della Sghisa

Ho passato una sera in compagnia dell’Azdora Lina che vive in campagna vicino a Faenza. Quindi, non è una Rezdora, come si dice in emilia, ma la sua versione romagnola. La sostanza, comunque, non cambia.

Parlo con lei prima che si appresti a rientrare nella cucina dell’Osteria della Sghisa per la serata a lei dedicata in cui servirà un menù antico con rigaglie di pollo, funghi di stagione, pasta ripiena e biscotti da “tocciare” nel vino. Mi dice che le vere Azdore erano quelle di settant’anni fa e che non sa se lei si possa definire tale, oggi. Però alla nipotina di 11 anni sta insegnando un sacco di cose delle vita di un tempo e di come imbandire una tavola senza sprechi e stando attenti a far felice la famiglia. La nipotina pare stia seguendo con interesse le lezioni e questo mi fa sorridere perchè anche io ricordo quando saltavo sullo sgabello e aiutavo mia nonna a fare le orecchiette. Mio nonno, falegname, aveva creato per me un tavoliere e un matterello di dimensioni adeguate. Continue reading

Leave a Comment

Filed under In giro per ristoranti, Personaggi, Rezdora 2.0

New York State of Mind

Fate a NYCIf you’re reading this post, it means that I managed to get on my plane to NYC. Short trip with a great friend. My third time in the Big Apple and I asked for suggestions about coffee, chocolate and, above all, burgers!

I’ve already booked theatre seats, i’ve already planned museums and places to visit. But i’m still stuck with a huge list of foodie places.

I’ve already tried Eleven Madison Park (I loved it), WD50 (uhm…) and all the burgers places suggested by Heston Blumenthal’s “In search of perfection”. Here you’ll find new addresses and when i come back i’ll write something about all the places i’ll manage to visit.
Continue reading

Leave a Comment

Filed under In giro per ristoranti

Do you know Bar Schiavoni?

In Modena there is a bar that makes sandwiches. So far nothing extraordinary. It’s called Bar Schiavoni, is located in Via Albinelli and the idea came to Giancarlo Rubaldi in 1977 when he took over a small place measuring 3x3mt  next to historical market Albinelli. In this cramped space he and his wife Franca prepared sandwiches, served coffee and filled glasses of Lambrusco until 2010 when they were substituted by Chiara and Sara Fantoni, two sisters who inherited the tradition of gourmet sandwiches.

Continue reading

Leave a Comment

Filed under In giro per ristoranti

Il cotechino nel panino del Bar Schiavoni di Modena

A Modena c’è un bar che fa panini. E fin qui niente di straordinario. Si chiama Bar Schiavoni, si trova in via Albinelli e l’idea venne a Giancarlo Rubaldi nel 1977 quando rilevò un piccolo locale di 3 metri x3 adiacente al Mercato Storico di via Albinelli. In questo spazio angusto lui e sua moglie Franca hanno preparato panini, servito caffè e riempito bicchieri di lambrusco fino al 2010 quando il locale è stato rilevato a sua volta dalle sorelle Chiara e Sara Fantoni che hanno tramandato la tradizione del panino gourmet. Continue reading

1 Comment

Filed under In giro per ristoranti

Tra girasoli, lucciole e lanterne. La cooperazione sociale nella ristorazione

Carlin Petrini in visita alla Lanterna di Diogene di Solara di Bomporto

Ieri è partito l’appello su internet per evitare la chiusura della Locanda dei Girasoli“, un ristorante con pizzeria gestito da una cooperativa sociale.

Si legge nell’appello  che è  “nato dalla volontà di alcuni genitori di ragazzi con la sindrome di Down per dare una prospettiva lavorativa ai loro figli. Claudio,Valerio, Emanuela e Viviana che già oggi ci lavorano come camerieri. Purtroppo non è in una via molto frequentata di Roma (in zona Quadraro) ed è molto difficile farlo conoscere. Però se non riusciamo a farlo in fretta, le prospettive non sono molto allegre. La pizza è buona, il locale è carino ed economico e vale la pena di dar loro una mano, non vi pare? Un primo aiuto può essere far girare questo messaggio al maggior numero di amici possibile; se poi conoscete persone o uffici nella zona Appio-Tuscolano è ancora meglio o se avete un amico giornalista che può pubblicizzare la loro esperienza, ancora meglio”. Io riprendo il loro appello e invito a scoprire questo posto. Non so come si mangi, ma credo che nella scelta di una pizza tra amici si possa fare una deviazione. Sul sito ci sono anche le coordinate per una donazione.

L’appello è stato ripreso ampiamente anche su Dissapore, Cibando e da tanti siti e testate giornalistiche. Continue reading

Leave a Comment

Filed under In giro per ristoranti

Cosa mangerà Obama?

Negli Stati Uniti si vota e io, personalmente, voterei per Obama. Non credo di essere un’opinionista politica, ma a me piace il suo orto, piace sua moglie, mi piace la sua famiglia, mi piace il suo mix culturale. Mi piace un po’ meno che abbia detto che ha salvato il settore automobilistico. Perchè se l’ha fatto è grazie a Marchionne e io quell’uomo lì non lo posso mica tanto vedere.

Mi chiedo. Ma cosa mangerà Obama nel suo ultimo giorno da candidato? Ce la farà ad ingerire qualcosa? Cerco un pochino su internet per scoprire quali sono i suoi piatti preferiti. E trovo su Wiki Answers che “gli piacciono i cibi cucinati in casa” e che se dovesse scegliere il fast food andrebbe da KFC. Continue reading

Leave a Comment

Filed under In giro per ristoranti, Personaggi

La “rezdora” e Matteo Renzi. Quando la rottamazione si scontra con il polpettone

Matteo Renzi nella cucina del "Vignola" con Carla Malpighi. Foto di Dante Farricella

Il 6 settembre alla Festa democratica di Modena Matteo Renzi ha strappato applausi a scena aperta nel confronto politico con il sindaco che l’ospitava, Giorgio Pighi, da sempre conosciuto per la sua scarsa aggressività. Si tratta di un professore universitario che non può reggere il confronto con il giovane rampante esperto di comunicazione.

Dopo l’incontro Renzi ha girovagato per i ristoranti del festival e si è intrattenuto nello storico “Vignola” a parlare con Carla Malpighi, “rezdora” e donna di sinistra della prima ora. Dovete sapere che il “Vignola” è tipo il ristorante più frequentato dell’intera Festa, è gestito da volontari coriacei e infaticabili che riescono a produrre quantità inimmaginabili di fritto misto all’italiana (verdure, involtini, crema e frutta. Tutto fritto come vorrebbe Homer Simpson) e di crespelle (solitamente servite ad una temperatura da piani bassi dell’Inferno). Continue reading

Leave a Comment

Filed under In giro per ristoranti, Off topic

Arte, luce, cibo, musica e persone. Cosa vuoi di più?

La brigata della Francescana nella nuova cucina

Il 3 settembre sono stata all’Osteria Francescana per la festa di inaugurazione tra tortellini, bollicine, cioccolatini, sorrisi, musica. E tanta arte. Io un uso così sapiente dei colori per arredare gli spazi e delle opere d’arte appoggiate, quasi dimenticate, negli angoli e in bagno non l’avevo mai visto. Come essere in un museo, ma sentendosi a casa. Poi, ho semplicemente adorato il grigioazzurrocartadazucchero alle pareti dell’ingresso e le luci. “Abbiamo preso le misure col righello a casa mia dove abbiamo fatto le prove” mi dice Massimo Bottura mentre decantiamo il fascio di luce caravaggesco che trasforma i tre piccioni di Cattelan (“Turisti“) in una propagazione dello Spirito Santo. Anche il finto sacco nero dell’immondizia che c’è sotto è quasi divino (“Il sacco del pattume” di Gavin Turk). Splendida la cantina con i ripiani di legno, gli ordinati cartellini e l’impressione di trovarsi in un luogo molto prezioso. Continue reading

Leave a Comment

Filed under In giro per ristoranti

Dinner is coming

I più colti o più appassionati avranno già colto il gioco di parole. Dal tormentone “Winter is coming” alla nuova moda del cibo alla maniera di Game of Thrones, o Il Trono di Spade come è stato tradotto in Italia. Si tratta della serie tv che già dall’anno scorso ha rispolverato il genere fantasy e dato nuovi volti alle nostre fantasie.
L’incestuosa famiglia dei Lannister, gli Stark sempre ossessionati da freddo e pellicce, i Targaryan esiliati nelle terre oltre il mare e depositari del segreto dei draghi.

Le scene dedicate al cibo sono poche. Di fatto sono tutti più impegnati ad ammazzarsi a vicenda, tendere tranelli e aspirare a conquistare il trono del titolo. Non ci sono piatti a tavola così degni di nota da essere ripresi per più di 1 o 2 secondi.

Eppure grazie al sempre meraviglioso sito web di Fine Dining Lovers vi posso assicurare che non c’è un libro di ricette dedicato alla serie, ma ce ne sono ben due! Continue reading

Leave a Comment

Filed under In giro per ristoranti, Personaggi

Del perché non potrò mai essere una “food critic”

Immagine presa dal bel blog http://lagrandeabbuffata.wordpress.com/

Sono andata a cena fuori con mio marito per il suo compleanno in un ristorante della nostra città in cui lui si sente a suo agio. Scorrendo il menù gli ho spiegato che non volevo andare sul creativo perchè era stata una settimana pesante e non volevo esercitare troppo i neuroni nel mangiare, ma godermi il piatto, l’ambiente e il servizio.

Primo errore: un gourmand è sempre lì pronto sull’attenti a lasciarsi sopraffare dall’avventura e dall’emozione. In pantofole non si ottiene nulla dalle proprie papille gustative. Continue reading

1 Comment

Filed under In giro per ristoranti, Vita con lo chef