Monthly Archives: October 2015

Dalla cultura contadina ad oggi. “Quando non eravamo spreconi” di Claudia Rinaldi

Con le foglie del ravanello non ho mai pensato di farci la zuppa, ma a quanto pare all’inizio del ‘900 si riusciva a cavare fuori molto da una “piccola rapa”. Lo racconta Claudia Rinaldi in “Quando non eravamo spreconi” il libro che ha scritto con la madre Sara Prati, esperta di tradizioni delle rezdore emiliane. Colpita da questa famiglia di esperti – il padre, Giorgio, è appassionato di etimologia e ha illustrato alcune parti del libro – ho invitato Claudia il 14 ottobre a Rezdora 2.0 per parlare della sua ultima pubblicazione e del portale web Folclore Contadino che è un piccolo punto di riferimento per gli appassionati del tema. Lo sapete che in Italia sprechiamo circa 8 miliardi di euro in cibo che lasciamo andare a male in frigo o che non riusciamo a consumare prima della scadenza? Lo dice il rapporto 2014 sullo spreco alimentare presentato lo scorso luglio a EXPO MILANO 2015 e potremmo tutti risparmiare denaro, ridurre il consumo di risorse e i rifiuti se ci attenessimo a poche e intelligenti linee guida, molte delle quali già anticipate dai comportamenti virtuosi dei nostri nonni. Io e Claudia ve lo raccontiamo in video. Buona visione!

 

Leave a Comment

Filed under Rezdora 2.0

Eros, cibo e scrittura. A Rezdora 2.0 con Massimo Casarini di Damster Edizioni

Alla fine ci siamo dimenticati di parlare del sedano, ma la prima puntata della terza stagione di Rezdora 2.0 è stata come la volevo: stuzzicante e divertente.

Ho conosciuto Massimo Casarini una caldissima sera di luglio perchè mi aveva invitata a parlare di scrittura per il web durante un evento e sbirciando tra i titoli del chiosco letterario di Damster Edizioni mi è cascato l’occhio su una raccolta di racconti erotici. Di fianco ce n’era un’altra e poi un’altra ancora. Scopro così che nel 1997 Massimo ha creato Eroxè, uno dei primi siti web dedicati alla letteratura erotica, e da lì ha fondato una vera e propria comunità di scrittori di genere molto prima del successo di “50 sfumature di grigio/rosso/nero”. Lui tra l’altro ha pubblicato un “50 sfumature di gola” con un invitante peperoncino in copertina, ma è un libro di ricette molto divertente che fa parte della serie dei Quaderni del Loggione tutta dedicata al mondo della cucina e della cultura del cibo. “Perchè parlare di cibo è divertente come parlare di eros. C’è sempre il piacere di mezzo” mi ha detto e non posso che essere d’accordo.

Ecco dunque la nostra chiacchierata mattutina, in fascia protetta. Che poi le rezdore erano sapienti conoscitrici dei piaceri della vita, cosa credete!

E il sedano? Pare che nel Medioevo fosse considerato un potente afrodisiaco tanto da vietarne il consumo alle donne. Dopo questo non posso che dire “Viva il soffritto!”.

Leave a Comment

Filed under Rezdora 2.0