Con l’antropologo a Rezdora 2.0 ne vedremo di cotte e di crude

Il crudo e il cotto“Tornare a mangiare con la cultura e l’innovazione”. Questo il titolo dell’intervento di Simone Ghiaroni, antropologo expat, che ho avuto il piacere di ascoltare durante “Dammi cinque minuti”,  evento di cittadinanza attiva che si è tenuto a Sassuolo durante lo scorso weekend. Potevo rimanere indifferente? Gli ho subito raccontato di Rezdora 2.0 e cercato di capire se c’era un modo di raccontare il cibo dal punto di vista antropologico in TV. Fortunatamente, l’aereo che lo riporterà a Parigi, dove sta finendo il contratto di ricerca, è programmato per il pomeriggio. Quindi, mercoledì 15 gennaio alle 11.15 circa sarà mio ospite a TRC (canale 15 del digitale terrestre oppure in streaming qui). Parleremo dei rituali di condivisione, del cibo come elemento di differenziazione dei gruppi sociali e dei concetti di identità e alterità.

Sarò in grado di sostenere la conversazione dopo oltre 10 anni in cui non affronto il tema? Lo scopriremo in diretta.

“Ma tipo parlerai di qualche luminare? Così cerco la foto per le immagini di copertura.”
“Sì, pensavo di citare Lévi-Strauss. Sai quello che ha scritto ‘Il crudo e il cotto'”
“Mi ricordo, ho fatto un esame all’università. So per certo che non è quello dei jeans,”
“Sì, anche se credo che i suoi eredi avrebbero preferito fosse l’altro”

Leave a Comment

Filed under Personaggi, Rezdora 2.0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *