Dalla carta alla TV. Martina Liverani nella terza puntata di “Rezdora 2.0”

Da un po’ di tempo (parecchio, in verità) ho imparato ad apprezzare l’orgoglio romagnolo. Così quando Martina Liverani mi ha detto che lei rimaneva pur sempre un’azdora e non una rezdora, mi son brillati gli occhi. Abbiamo parlato di questo e delle sue ultime creazioni durante la puntata del 30 ottobre di “Rezdora 2.0”, la rubrica all’interno di “Detto tra noi” che va in onda ogni mercoledì su TRC (canale 15 del digitale terrestre o in streaming qui).

Rezdora si dice in emilia e Azdora in romagna. Ma il significato è sempre lo stesso: la donna a cui è consegnato il compito di “reggere” la famiglia, amministrare la casa, prendersi cura di chi la abita. Non si tratta solo di fare le pulizie e cucinare, ma gestire il budget familiare e assicurarsi che tutto vada per il meglio. Un termine antico, ma dal significato moderno che ha scavallato indenne l’immagine della casalinga con la cucina rosa e il grembiule con il pizzo.

Martina cucina e scrive. Prima ha cercato di sabotarsi, come dice lei, studiando giurisprudenza, ma poi la passione ha preso il sopravvento. Abbiamo parlato di “Dispensa”, la sua nuova foodzine di cui è direttrice responsabile, e di “Manuale di cucina sentimentale” il suo primo romanzo.

Leave a Comment

Filed under comunicazione e cucina, Personaggi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *