Monthly Archives: December 2012

Do you know Bar Schiavoni?

In Modena there is a bar that makes sandwiches. So far nothing extraordinary. It’s called Bar Schiavoni, is located in Via Albinelli and the idea came to Giancarlo Rubaldi in 1977 when he took over a small place measuring 3x3mt  next to historical market Albinelli. In this cramped space he and his wife Franca prepared sandwiches, served coffee and filled glasses of Lambrusco until 2010 when they were substituted by Chiara and Sara Fantoni, two sisters who inherited the tradition of gourmet sandwiches.

Continue reading

Leave a Comment

Filed under In giro per ristoranti

Il cotechino nel panino del Bar Schiavoni di Modena

A Modena c’è un bar che fa panini. E fin qui niente di straordinario. Si chiama Bar Schiavoni, si trova in via Albinelli e l’idea venne a Giancarlo Rubaldi nel 1977 quando rilevò un piccolo locale di 3 metri x3 adiacente al Mercato Storico di via Albinelli. In questo spazio angusto lui e sua moglie Franca hanno preparato panini, servito caffè e riempito bicchieri di lambrusco fino al 2010 quando il locale è stato rilevato a sua volta dalle sorelle Chiara e Sara Fantoni che hanno tramandato la tradizione del panino gourmet. Continue reading

1 Comment

Filed under In giro per ristoranti

E visto che non è finito il mondo…

I Sette Palazzi Celesti di Anselm Kiefer

I Sette Palazzi Celesti di Anselm Kiefer

Quest’anno ho scoperto un posto straordinario a Milano.
Non vi scrivo per fare pubblicità, ma per raccontarvi che si può incontrare la spiritualità anche dove meno te lo aspetti.

Per me questo posto è speciale.
È una cattedrale.

E se mai cercaste un giorno un luogo dove raccogliere i pensieri vi consiglio di andare all’Hangar Bicocca e sedervi a guardare i 7 Palazzi Celesti di Kiefer.

Vi auguro un Natale pieno di consapevolezza e un 2013 in cui raccogliere e concretizzare i pensieri in una continua Ricerca.

 Michela

[Come al solito, se questo post ti piace, votami su Grazia.it e…ricordati che è Natale!]

5 Comments

Filed under Off topic

Passa un Natale “emiliano”

Un post dedicato a due iniziative per la ricostruzione dell’Emilia colpita dal terremoto. Tanto si è fatto nei mesi scorsi, ma la strada è ancora lunga, soprattutto per il tessuto industriale. Le scuole sono state aperte a tempo di record, nei container e nei prefabbricati, ma con un mese o 40 giorni di ritardo. E questi tempi la dicono lunga sul rimboccarsi le maniche degli emiliani.
Non dimentichiamo però che i posti di lavoro a rischio sono migliaia e le aziende di piccole e medie dimensioni che rischiano di non riaprire sono moltissime, per non parlare dei piccoli commercianti. A questo proposito oggi (14 dicembre 2012) alle 17.00 Radio24 farà uno speciale in diretta da Mirandola. Si chiama “L’Emilia che riparte”. Ascoltiamolo tutti per capire meglio cosa sta succedendo. Continue reading

Leave a Comment

Filed under Off topic

Last Postrivoro on Earth (as if…)

Tattoo Leandro

[As usual, if you liked this post, vote for me on  Grazia.it and…remember it’s Christmas!]

“Tattoes, sardines, scorzonera, snow, x and y cromosomes”

Last Postrivoro in 2012, ninth on this planet, closed with a perfect and frosty sky. In the kitchen there was the smell of soup cooked by Chris Wolff, assistant to Leandro Carreira. Soup made from leftovers, but full of heart.

Continue reading

Leave a Comment

Filed under Postrivoro

Last Postrivoro on Earth (as if…)

Tattoo Leandro

[Come al solito, se questo post ti piace, votami su Grazia.it e…ricordati che è Natale!]

“Tatuaggi, sardine, scorzonera, grucce d’alluminio, neve, cromosoma x e y”

L’ultimo Postrivoro del 2012, il nono su questa terra, si è concluso con un cielo limpido e ghiacciato. In cucina c’era l’odore di zuppa cucinata da Chris Wolff, l’assistente di Leandro Carreira. Zuppa degli avanzi, ma piena di cuore.

Continue reading

1 Comment

Filed under Postrivoro

[Dopo il sisma] Un “Draaago” a Finale Emilia e la Festa della Sfogliata

In una città che ha paura arriva un eroe che sconfigge il Draago tiranno e fa alzare la testa ai suoi abitanti. Una storia semplice, allegorica, ispirata a “Il Drago” di Evgenij Schwarz. Il testo è ambientato nel tempo delle fiabe, ma per il filosofo sovietico, si trattava di un’allegoria del regime, della paura e della sottomissione.

“Il Draaago” va in scena il 9 dicembre a Finale Emilia e vedrà cimentarsi sui trampoli e nelle coreografie gli attori del Teatro dei Venti, il Centro per la Ricerca Teatrale di Modena che ho contribuito a fondare nel 2005.

[Anche per questo, votatemi su Grazia.it ]

Continue reading

Leave a Comment

Filed under Palcoscenico

Qualcuno ha detto “piccione”? I segni del destino e il menù del Postrivoro dell’8 e 9 dicembre

[Non fatemi finire così! Votatemi su Grazia ]

Un po’ mi sono sentita come Tippy Hedren negli uccelli di Hitchcock, lo confesso.

Sono settimane che in un modo o nell’altro sento solo parlare di piccioni e quando ho ricevuto il menù di Leandro Carreira per il prossimo Postrivoro ho pensato: ecco tutto torna!

Prima ci si è messo Carlo Spinelli, poi Eugenio Boer che presenta il “giuoco del piccione” creato dalla sua compagna, Emma. Dopo una valanga di segni su twitter, pinterest, facebook, wordpress, infine, discussione con lo staff di Postrivoro sulla differenza tra colombacico e piccione (che la grandissima Luciana Bianchi ha risolto creando l’animale immaginario: piccionbaccio!)

Tutto questo per presentarvi con cosa andremo a divertirci sabato 8 e domenica 9 a Faenza. Cosa mi aspetterà nel 2013?

Continue reading

Leave a Comment

Filed under Postrivoro

¡Que viva Barista! Nik Orosi and the R-evolution in a cup of coffee

Nik Orosi

Nik Orosi

[Vote for me on  Grazia.it . Click on the little red heart]

When i met him for the first time I thought he was a sort of mad scientist (you know someone like Doc Emmett L. Brown in Back to the Future). Hie espresso machine resembles something coming from a punk post apocaliptic movie. I think he could perfectly fit in a scene of Strange Days movie.

Nik Orosi was elected Best Bartender in Crotia for three years in a row and won the World Choice Barista Award in 2008. He own Elis Cafè in Zagreb.

His coffee will close the next Postrivoro selected in order to fit with Leandro Carreira’s menu and Marina Bersani’s wines.

With great humility he always tells us to feel uneasy to talk about  coffee with italian people. What i can say is that thanks to him I had one of the best coffee of my life and I can not wait to taste his next creation.

Continue reading

Leave a Comment

Filed under Personaggi, Postrivoro

¡Que viva Barista! Nik Orosi e la R-evoluzione in una tazzina

Nik Orosi

Nik Orosi

[Anche oggi votatemi su Grazia.it . Clicca sul link e poi sul cuore rosso!]

Quando l’ho visto la prima volta ho pensato che fosse una specie di scienziato pazzo, avete presente il Doc Emmett L. Brown di Ritorno al Futuro? Beh, diciamo che la sua macchina per l’espresso aveva un non so che di ambientazione punk postapocalittica. Io so soltanto che se il 21 dicembre dovesse veramente finire il mondo vorrei che l’ultima tazza di caffè me l’avesse preparata lui.

Nik Orosi è stato eletto per tre anni di seguito il miglior Barista della Croazia ed ha vinto nel 2008 il World Choice Barista Award. E’ proprietario dell’Elis Cafè di Zagabria.

Sarà lui a chiudere il prossimo Postrivoro con la sua miscela di caffè selezionata apposta per il menù creato da Leandro Carreira e i vini abbinati da Marina Bersani.

Con molta umiltà ci dice sempre di sentirsi in difficoltà a parlare di caffè con degli italiani, di fatto grazie a lui ho bevuto uno dei migliori caffè della mia vita e non vedo di assaggiare la sua prossima creazione.

Continue reading

Leave a Comment

Filed under Personaggi, Postrivoro