Monthly Archives: September 2012

Arriva Postrivoro d’autunno con Davide Di Fabio e Valter Kramar

Davide Di Fabio ph Yoji Tokuyoshi

Dopo la cucina profumata di Antonia Klugmann (di cui pubblico un post, lo giuro) Postrivoro riparte di slancio in autunno con due anime tanto diverse da essere perfettamente complementari.
Immaginatevi un ragazzo nato a Milano, ma è abruzzese di cuore e di mente. Fa il cuoco, ma anche il dj e se non facesse nulla di tutto questo coltiverebbe la terra. Poi prendete un uomo con solide radici slovene che ha dedicato la sua vita alla famiglia e alla cultura del proprio territorio. Tra l’altro vivendo in una specie di casa nei boschi da fare invidia a Cappuccetto Rosso e alla sua nonna.

Ecco. Il prossimo Postrivoro è questo. Continue reading

Leave a Comment

Filed under Postrivoro

La “rezdora” e Matteo Renzi. Quando la rottamazione si scontra con il polpettone

Matteo Renzi nella cucina del "Vignola" con Carla Malpighi. Foto di Dante Farricella

Il 6 settembre alla Festa democratica di Modena Matteo Renzi ha strappato applausi a scena aperta nel confronto politico con il sindaco che l’ospitava, Giorgio Pighi, da sempre conosciuto per la sua scarsa aggressività. Si tratta di un professore universitario che non può reggere il confronto con il giovane rampante esperto di comunicazione.

Dopo l’incontro Renzi ha girovagato per i ristoranti del festival e si è intrattenuto nello storico “Vignola” a parlare con Carla Malpighi, “rezdora” e donna di sinistra della prima ora. Dovete sapere che il “Vignola” è tipo il ristorante più frequentato dell’intera Festa, è gestito da volontari coriacei e infaticabili che riescono a produrre quantità inimmaginabili di fritto misto all’italiana (verdure, involtini, crema e frutta. Tutto fritto come vorrebbe Homer Simpson) e di crespelle (solitamente servite ad una temperatura da piani bassi dell’Inferno). Continue reading

Leave a Comment

Filed under In giro per ristoranti, Off topic

Con la cultura non si mangia?

Lo studio per il nuovo spettacolo di Artediparte dedicato al lavoro

Ma soprattutto, se con la cultura non si mangia perché tanto soffrire?

Il 12 settembre ho moderato un dibattito dal suggestivo titolo di “Ma andate a lavorare…” alla Festa del PD di Modena. Platea con 40-45 persone per un parterre di relatori giovane e quasi sconosciuto. Fuori diluviava e la festa si andava spopolando, quindi i motivi di tanto successo possono essere due: il tema interessantissimo o il fatto che fossimo in una delle uniche sale asciutte e al chiuso.  Continue reading

Leave a Comment

Filed under Off topic, Palcoscenico

Arte, luce, cibo, musica e persone. Cosa vuoi di più?

La brigata della Francescana nella nuova cucina

Il 3 settembre sono stata all’Osteria Francescana per la festa di inaugurazione tra tortellini, bollicine, cioccolatini, sorrisi, musica. E tanta arte. Io un uso così sapiente dei colori per arredare gli spazi e delle opere d’arte appoggiate, quasi dimenticate, negli angoli e in bagno non l’avevo mai visto. Come essere in un museo, ma sentendosi a casa. Poi, ho semplicemente adorato il grigioazzurrocartadazucchero alle pareti dell’ingresso e le luci. “Abbiamo preso le misure col righello a casa mia dove abbiamo fatto le prove” mi dice Massimo Bottura mentre decantiamo il fascio di luce caravaggesco che trasforma i tre piccioni di Cattelan (“Turisti“) in una propagazione dello Spirito Santo. Anche il finto sacco nero dell’immondizia che c’è sotto è quasi divino (“Il sacco del pattume” di Gavin Turk). Splendida la cantina con i ripiani di legno, gli ordinati cartellini e l’impressione di trovarsi in un luogo molto prezioso. Continue reading

Leave a Comment

Filed under In giro per ristoranti